Giulia

  • Written by 
  • Published in Blog
  • Read 427 times

Se spinto da una emozione, non bisogna porre alcun limite, nel
“collocare” una realtà nero su bianco. Non tutti gli eventi, belli o
brutti sono oggetto da esternare. Una emozione se non ha la “punta
della penna lubrificata”, l’istinto innato della propria espressione,
non concederà di rilasciare alcuna traccia futura. Questa bambina,
inconsciamente, ha stimolato una parte della mia sensibilità, che ha
messo nella posizione giusta la parte incisiva dell’emotività, che
iniziò a parlare con lo stesso tono usato da una piuma, quando si posa
su un oggetto.
A tutti piace essere pensati, bello quando qualcuno si ricordi di noi,
ancor più se è una bimba. Una piccola che cresce lentamente, che si
pone molte domande, con una voglia di vivere impressionante, ed una
invidiata inconsapevolezza naturale, dei problemi che appartengono ai
grandi.

 

 

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.